venerdì 4 gennaio 2008

Scritte & cartelli / 14

Allora: escludiamo subito le motivazioni calcistiche in quanto i colori della scritta non corrispondono a quelli della Maggica. Poi un romanista autentico si sarebbe espresso nel suo vernacolo, scrivendo magari Lazzie merda de Roma. Quindi l'insulto non è rivolto alla Lazio, ma al Lazio. Impossibile capire cosa o chi ci sia dietro questa campagna denigratoria nei confronti del paese della porchetta, tenuto conto che

· il nemico è all'interno, e ogniqualvolta mette piede in provincia deve per forza calpestare la cacca. Roma, città assediata dagli escrementi.

· l'adesivo è plastificato, realizzato professionalmente: non è fatto in casa con la stampante, sono stati spesi dei soldi. Perchè?

· rappresenta un modello rivoluzionario di odio: non è "nord contro sud", una città contro un'altra, una situazione da derby o la comprensibile "provincia contro grande città" ("se la tirano").

Insomma, intorno a questo adesivo aleggia il mistero. Visto in un autogrill sulla A1, in Toscana, se ben ricordo.

Nessun commento: