domenica 22 aprile 2007

L'ambientino / 2

Il titolare coi capelli unti e due tizi tipo agenti immobiliari ma più loschi discutono per decidere se il Brunello è di Montalcino o di Montepulciano. Il titolare, convinto di gestire un bar di classe, dice che ce l'ha, ed è sicuro che sia di Montepulciano. Interviene la sua tipa, recente puerpera, madre di un bambino che, se per assurdo da grande diventasse un magnate dei casinò, potrebbe dire "io a tre mesi ero già davanti al videopoker" (in braccio al padre, visto con questi occhi). Ma penso che finirà comunque a fare un mestiere che comincia per "magna". Dicevo della tipa. "Ecco cosa potrei bere, del vino". "Oh ma che cazzo ti bbevi", ribatte il tipo unto. "Eh, la sambuca è finita, allora bevo il vino". "Tu non devi bbere, guarda come ti sei ridotta, sei grassa, sembri una vacca". "Vabbè, il vino è leggero". "Sì sì, sempre meglio della sambuca, quella c'ha ottanta gradi". Evvai con Gigi D'Agostino a palla.

1 commento:

magomao ha detto...

grande gigi dag...mi ritorna in mente quando un capodanno mi sono rotto un braccio cadendo mentre ballavo in piedi sulla sedia "La Passion"
ps...montalcino o montepulciano...l'importante è che sia red red wine